Arcanismo e scienza

nel corso della storia sono nate e scomparse innumerevoli scuole di magia arcana ognuna basata su una serie di ipotesi e principi più o meno corretti sulla natura della magia.
La paranoia e la sete di potere dei praticanti delle arti arcane ha impedito loro di cooperare nello studio e nella creazione di una teoria unificata coerente della magia.
Così seppure dibattano apertamente si pricipi teorici che le scuole principali assumono come dogmi. Gli arcanisti si guardano bene dal condividere i risultati approfonditi dei propri studi con i loro pari.
Arrivando a falsificare i risultati degli esperimenti e a sabotare i loro colleghi.
Questo ambiente competitivo ed oscuro ha fatto si che sopravivessero ad oggi le seguenti correnti di pensiero

Arcana Eterica:
Secondo la corrente dell’arcana eterica il mondo è immerso in un Etere chiamato Flogisto
questo Etere ha la proprietà di compiere prodigi se attivato con opportune parole chiave gesti simboli e
sostanze.

Anima Arcana:
Secondo la corrente dell’anima arcana ogni essere vivente è dotato di un corpo eterico che può
compiere prodigi. la teoria porta come prove l’esistenza di creature in grado di evocare i prodigi senza
adoperare rituali.

Arcana Spiritica:
Secondo questa corrente i prodigi sono operai da spiriti attratti dai gesti rituali dell’arcanista

Arcana Tecnica:
L’arcana tecnica è la scuola nativa di Tartesso e non indaga sulle cause ma sugli effetti e la loro riproducibilità
ed utilità. a differenza delle altre scuole per lungo tempo l’arcana tecnica non è stata una scuola chiusa
bensi chiunque volesse poteva approcciare l’ambiente “accademico” con le sue ideee e teorie che se
comprovate venivano accettate nel corpo di conoscenze conosciuto come ingegneria. Il ridotto potenziale
magico della valle unito ad una natura molto dispersiva degli studiosi ha fatto si che nonostante questa
apertura mentale e questo metdo rigoroso la scuola di Arcana Tecnica rimanesse indietro rispetto alle
concorrenti esterne. inoltre le ripercussioni economiche dell’importazione di magia dall’esterno hanno reso
avari gli ingegneri e dstrutto lo spirito comunitario restaurando lo spirito elitaristico dei primi alchimisti.

Arcana musica:
ben pochi arcanisti si sono mai addentrati nello studio della magia bardica il cui funzionamente sembra
essere radicato nel mistero della musica e nella sua capacità di alterare creare edissipare stati emotivi
ogni scuola cerca di attribuire ala musica bardica proprietà che confermano le proprie teorie ma un bardo in
genere non ha di questi pensieri il bardo serve la musica e ne viene servito alcuni ritengono che la musica
sia propria e così anche il potere altri si ritengono solo canali attraversati da un potere più grande di loro ma
fondamentalmente ogni bardo ha una sua teoria.

Arcanismo e scienza

tart blues LuisCypher LuisCypher